ArcheoStartUp

  • عفوا، هذه المدخلة موجودة فقط في الإيطالية و الإنجليزية الأمريكية. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.

    ArcheoStartUp permetterà di presentare nuove imprese culturali e progetti innovativi nel turismo culturale e nella valorizzazione dei beni archeologici: rappresenta, quindi, una grande opportunità per i giovani, che potranno illustrare le proprie idee in un evento internazionale quale la BMTA.

    Centro Espositivo Savoy Hotel
    Sabato 17 novembre 2018

    Sala Nettuno ore 13.00 · 15.00

    ARCHEOSTARTUP: PRESENTAZIONE DI NUOVE IMPRESE CULTURALI E PROGETTI INNOVATIVI
    in collaborazione con Re-Generation (Y)outh

    introduce e modera
    Giusy Sica Founder Re-Generation (Y)outh

    intervengono le Startup

    APP MyMety tra turismo e well being
    L’App MyMety è un progetto d’impresa che valorizza gli elementi presenti sul territorio quali: attività turistiche, eventi, beni culturali e ambientali legate al benessere psicofisico. Nell’analisi del  territorio di riferimento (alta Valle del Sele), la focalizzazione è ricaduta sul turismo termale ed i fruitori principali ad oggi sono imprenditori (di siti termali e turistici), istituzioni (proprietarie e gestori di siti culturali e ambientali). L’App MyMety funge da facilitatore tra Business Users e Users, permettendo di raccogliere e elaborare i dati utenti sul benessere psicofisico e grazie al supporto delle strutture termali riesce ad offrire il miglior pacchetto personalizzato e calibrato sulle esigenze e bisogni del cliente.

    www.mymety.cloud

    Atavistic, il passato non è mai stato così presente!
    Stravolgere il concetto di fotografia associata al turismo, tramite un’app per dispositivi mobili. Atavistic consiste nella possibilità di scattare foto ad un qualsiasi monumento oggi ridotto a stato di rudere e poterlo rivedere nella sua forma originaria nelle foto appena scattate dal turista, per poi condividerlo con un semplice click. 60 punti di scatto nell’area archeologica del Colosseo e dei Fori imperiali, suddivisi in 15 monumenti ricostruiti dettagliatamente e inseriti perfettamente nel contesto attuale.

    www.atavisticapp.com

    Beyond the Castle
    Beyond the Castle è la nuova esperienza di realtà virtual-interattiva al Castello Sforzesco per rivivere nelle vesti di un arciere la Milano rinascimentale di Ludovico il Moro e di Leonardo Da Vinci. Un percorso tra reale e virtuale, che permette ai giocatori di sfidarsi tra le antiche mura della Torre Falconiera, scagliando frecce in difesa del Castello ed immergendosi nell’atmosfera, nella bellezza e nelle curiosità di fino ‘400.

    www.beyondthecastle.it

    Encore, Engaging Content Object for Reuse and Exploitation of cultural resources – Università degli Studi di Salerno, Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione
    Encore – ENgaging Content Object for Reuse and Exploitation of cultural resources – è un sistema tecnologico scalabile e applicabile a ogni città d’arte e di storia per gestire e diffondere contenuti digitali di tipo turistico-culturale. Favorisce lo sviluppo di una nuova e più accattivante dimensione del turismo della memoria,coinvolgente dal punto di vista emozionale e avventurosa nella scoperta di luoghi e patrimoni artistici, adottando un approccio di mirror heritage attraverso il recupero di racconti letterari e memorie dei viaggiatori del passato. Encore consente di produrre, gestire, distribuire contenuti digitali di tipo turistico-culturale; rispondere ai bisogni di coinvolgimento emotivo ed esperienziale dell’utente/turista contemporaneo; generare una piattaforma editoriale che rilanci in chiave attuale e dinamica la guida turistica.
    Encore è un progetto realizzato e co-finanziato nell’ambito del PON – Piano Operativo Nazionale imprese e competitività 2014-2020, attivato dal Ministero delle Sviluppo Economico e sostenuto dal FESR – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale dell’Unione Europea.

    www.unisa.it
    www.encore.gruppometa.it

    Feel Art
    Il progetto, promosso dalla start up innovativa SenseFul Design, si basa sull’utilizzo di materiali e tecnologie avanzate (nanotecnologie e ICT ) per la realizzazione di prodotti di design con prestazioni innovative per la fruizione “emozionale” e multisensoriale del patrimonio culturale. Attraverso tecniche innovative di rilievo fotografico, laser scanner 3D, tecnologie di additive manifacturing e fresatura a controllo numerico, vengono riprodotte opere d’arte per consentirne l’esplorazione tattile agli utenti. L’utilizzo di polimeri compositi antibatterici di nuova concezione consente l’uso in sicurezza riducendo le operazioni di sanificazione. L’aggiunta di ICT consente l’interazione e l’aggiunta di contenuti video, testo e suoni. Il progetto nasce nell’ottica dell’inclusione sociale in quanto le soluzioni adottate non sono dedicate solo agli utenti disabili ma promuovono la conoscenza e la cultura per tutti

    www.sensefuldesign.com

    Hearth
    Hearth è una piattaforma digitale, fruibile tramite app per smartphone iOS e Android, per mettere in rete il patrimonio dei territori italiani sia dal punto di vista dei beni architettonici, storici e culturali che per quanto riguarda i servizi commerciali. Ogni titolare di esercizio commerciale, infatti, può utilizzare Hearth come propria vetrina, permettendo la geolocalizzazione di ogni servizio. Sfrutta inoltre le funzioni di Open Democracy per realizzare una piattaforma di servizi e di collegamento tra cittadini e pubblica amministrazione.

    www.hearth.ch

    Logbook
    Il progetto si propone di offrire uno storytelling innovativo che ha come target il turismo lento e consapevole. Sviluppa, infatti, percorsi narrativi, sia con materiale edito che inedito: una tipologia di audioguida narrata 2.0 che consentirà di conoscere i luoghi attraverso un’esperienza immersiva. Tale soluzione di storytelling ha l’enorme pregio di connettere gli attrattori turistici tra di loro per dare voce e contribuire al miglioramento anche dei territori intermedi ovvero i cosiddetti centri minori consentendo una valorizzazione del patrimonio attraverso un’esplorazione capillare e divertente di aree via via più vaste, rispetto al quale i grandi siti archeologici sono solo l’acme di un flusso narrativo in continua espansione.

    Mapsoo
    Mapsoo è una giovane StartUp che unisce competenze nel campo della Storia dell’Arte e della grafica in maniera del tutto innovativa. È stata sviluppata una piattaforma di gestione contenuti che permette, attraverso le App, di poter riprodurre ricostruzioni in 3D e panorami 360°.
    Grazie alle competenze del team, è in grado di poter sviluppare modelli in realtà Virtuale di vario genere. In particolar modo, è specializzata nello sviluppo di modelli 3D di ricostruzioni di siti archeologici.

    www.mapsoo.it

    Progetto Sity: l’app per la valorizzazione per il patrimonio archeologico italiano
    Il Progetto Sity nasce dalla necessità di rispondere alla domanda “quali musei e aree archeologiche posso visitare nelle vicinanze?”. Concretamente si vorrebbe sviluppare un’app gratuita, innovativa e originale per mappare e, avvalendosi dell’uso del GPS, segnalare con una notifica all’user le zone archeologiche vicine, il percorso da effettuare per raggiungerle e avere informazioni adeguate su orari di apertura, biglietteria, cenni storici, curiosità archeologiche e ricevere gli appuntamenti che la realtà museale offre tramite le mostre e gli eventi. La finalità del progetto è quella di conferire una più ampia visibilità alle piccole realtà museali che costellano il nostro Paese, nel creare un rapporto proficuo fra turismo e territorio e nel rendere partecipe la collettività sugli eventi che hanno sede nei musei/aree archeologiche mappati.

    progettosity.wordpress.com

    Happennines Soc.Coop.
    Happennines nasce il 1 ottobre 2015 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento, aggregatore dell’offerta turistica del territorio a cavallo tra Umbria e Marche, affinché questi possa iniziare ad essere visto e percepito come una vera e propria destinazione turistica. La società si occupa di gestione museale, valorizzazione territoriale, promozione, coinvolgimento e lo fa tramite una serie di progetti nati nel corso dei mesi. Il primo, SassoFerratoTurismo, ha come obiettivo la riorganizzazione e la gestione dell’offerta turistica nel comune di Sassoferrato, nell’entroterra anconetano. Offerta turistica che ruota intorno al Parco Archeologico dell’antica città romana di Sentinum, nei cui pressi venne combattuta la celebre “Battaglia delle Nazioni”, oggetto oggi di una suggestiva rievocazione storica.

    www.happennines.it

    Storm
    STORM (Safeguarding Cultural Heritage through Technical and Organisational Resources Management) è un progetto Horizon 2020 finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma: Disaster Resilience & Climate Change, che ha come scopo lo studio e lo sviluppo di modelli e tecnologie volte a migliorare la resilienza del patrimonio culturale riguardo agli effetti prodotti dal cambiamento climatico e a gestire le emergenze che possano derivare da disastri ambientali.  Le metodologie e gli strumenti realizzati sono sperimentati in 5 diversi siti: il sito costiero di età romana di Troia in Portogallo, il centro storico di Rethymno a in Grecia, il sito di Mellor nel Regno Unito e le imponenti rovine di Efeso in Turchia. Per l’Italia “sito pilota” del progetto sono le Terme di Diocleziano, che per la loro imponenza e di importanza storica, oltre che per le numerose problematiche di carattere conservativo che le interessano, permettono di sperimentare al meglio i risultati che prodotti.

    wwww.kpeople.com

    T.E.R.R.A. ManMade – Venice Countryside – Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Studi Umanistici – Laboratorio di Archeologia Medievale
    TERRA risponde a un fabbisogno particolare, che si è reso molto evidente in una precisa area del Veneto, la laguna sud, ma che una volta sperimentato sarà possibile sincronizzarlo con tanti altri luoghi caratterizzati dal silenzio della non-comunicazione.
    Il patrimonio archeologico della gronda lagunare veneziana è presente, ricco di labili testimonianze, a volte sepolto da metri di depositi fluviali, a volte completamente distrutto dalle arature o in alcuni casi sommerso dalle variazioni del margine lagunare. Si è intende creare un turismo culturale efficace, promuovendo la riscoperta e la salvaguardia di quest’area campione, lavorando proprio su questa instabilità e puntare dritto verso la sensibilizzazione a tematiche che fanno da sfondo all’archeologia per valorizzarla.
    Ripensare a questo legame inscindibile, ma combattuto, non può che contribuire ad un uso/sfruttamento/partecipazione/condivisione più consapevole del territorio e a far sì che società, locali e turisti si prendano cura anche di questa fetta di patrimonio archeologico.

    www.unive.it

    Virtual Time Machine – la realtà virtuale e aumentata prima, durante e dopo la visita del sito archeologico

    La piattaforma digitale VIRTUAL TIME MACHINE permette di offrire al visitatore esperienze immersive del sito archeologico in tutte le fasi della visita. Nella preparazione – e promozione – on line, attraverso forme di web e social media immersivi in grado di attrarre, informare e incuriosire i potenziali visitatori. Durante la visita, grazie a visori di realtà virtuale e APP di realtà aumentata l’esperienza viene arricchita sia mediante installazioni (oculus room) sia con guide aumentate. Dopo la visita si propongono contenuti da condividere e viralizzare sui social, e soluzioni per creare un catalogo cartaceo aumentato.

    www.carraro-lab.com