General rules

  • LA VENTESIMA EDIZIONE DELLA BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO si svolgerà a Paestum, presso il Parco Archeologico, dal 26 al 29 ottobre 2017.

    ART. 2 – Il Salone Espositivo avrà i seguenti orari:
    giovedì 26 ottobre ore 10.00 – 19.00
    venerdì 27 ottobre ore 10.00 – 19.00
    sabato 28 ottobre ore 10.00 – 19.00
    domenica 29 ottobre ore 10.00 – 13.00
    Sabato 28 ottobre (ore 10/14 – 15/18) si svolgerà il WORKSHOP con gli operatori della domanda estera. All’incontro sono ammessi esclusivamente gli operatori dell’offerta in possesso dei requisiti e previo pagamento della relativa quota. La scheda di iscrizione al WORKSHOP deve pervenire presso la segreteria, unitamente al pagamento della relativa quota, entro e non oltre il 20 ottobre 2016. La compilazione della scheda di iscrizione è obbligatoria per l’accettazione dell’accreditamento al WORKSHOP.
    È fatto obbligo ad ogni espositore di essere presente nello stand col proprio personale per tutta la durata e orario del Salone. Il personale di lavoro subordinato o autonomo dovrà essere pienamente in regola con le vigenti disposizioni di legge, il tutto a cura e responsabilità dell’espositore. L’Organizzazione si riserva il diritto insindacabile di modificare gli orari del Salone ed eventualmente le date di apertura e di chiusura.

    ART. 3 – La Borsa ha lo scopo di favorire la promozione del patrimonio culturale e lo scambio, attraverso il confronto tra Domanda e Offerta, di tutte le forme di turismo relative ad attività economiche, scientifiche, sociali, politiche e culturali, che insistono in aree archeologiche.

    ART. 4 – Potranno partecipare al Salone Espositivo le società italiane ed estere – OFFERTA E DOMANDA – nonché organizzazioni e singoli operatori (fornitori di servizi essenziali e complementari, rappresentanti o agenti), in particolare:
    – TOUR OPERATOR, AGENZIE DI VIAGGIO, STRUTTURE RICETTIVE
    – ISTITUZIONI, ENTI LOCALI
    – ENTI NAZIONALI PER IL TURISMO
    – SOCIETÀ Dl SERVIZI TURISTICI COMPLEMENTARI
    – ENTI PUBBLICI PROMOTORI Dl LOCALITÀ SEDI ARCHEOLOGICHE
    – ASSOCIAZIONI DI SETTORE
    – ALTRI COMUNQUE INTERESSATI AL TURISMO ARCHEOLOGICO
    È facoltà discrezionale e insindacabile dell’Organizzazione escludere dal Salone taluni prodotti e servizi. L’Organizzazione provvederà all’inserzione degli espositori sul catalogo ufficiale e sul sito web, senza che ciò comporti responsabilità alcuna per eventuali omissioni e/o errori nella stampa e nella diffusione di detto catalogo.
    La pubblicazione conterrà i dati relativi alle schede inviate dagli espositori entro il 30 settembre 2017.

    ART. 5 – Le SCHEDE, contenenti le norme di partecipazione, dovranno pervenire alla Direzione della Borsa: Leader srl via Roma, 226 – 84121 Salerno.
    I servizi e le prestazioni dovranno essere pagati entro il 30 settembre 2017. Con l’invio della scheda l’Espositore si impegna comunque a versare il relativo importo e ad accettare il presente Regolamento e tutte le successive prescrizioni integrative di carattere normativo e tecnico che verranno emanate.

    ART. 6 – L’ammissione al Salone Espositivo è subordinata alla compilazione della scheda di prenotazione stand da parte dell’Espositore. L’Organizzazione, in caso di rifiuto della domanda, non sarà tenuta a specificarne i motivi, né incorrerà per questo in alcuna responsabilità.

    ART. 7 – In caso di rinuncia da parte dell’Espositore, comunicata per iscritto tramite raccomandata, entro massimo 30 giorni dalla data d’inizio della Borsa, l’Organizzazione richiederà o tratterrà il 50% della quota di partecipazione da versare o già versata, a titolo rimborso spese generali. Nessun rimborso verrà effettuato qualora la rinuncia non venisse comunicata nei termini di cui sopra.

    ART. 8 – Sarà inviata, successivamente all’adesione, la Scheda Informativa denominata “Regolamento tecnico” contenente disposizioni in merito all’allestimento dello stand, al materiale di arredamento, alle norme di sicurezza, ai giorni e agli orari del montaggio e smontaggio stand e a tutte le disposizioni per l’ingresso degli allestitori e degli operatori. Le norme sono vincolanti per gli espositori e verranno stabilite a insindacabile giudizio dell’Organizzazione. Gli espositori sono responsabili del rispetto, all’interno del proprio stand, delle norme in materia di sicurezza (D.Lgs 626/94 e successive modifiche ed integrazioni, nonché quanto previsto dal D.L 494/96). Il materiale impiegato per l’allestimento dei posteggi dovrà essere incombustibile, ignifugo all’origine, ignifugato (v. Circolare Ministero Interni n.12 del 17/5/80 – Decreto Ministero Interni 6/7/83 G.U n.201 del 23/7/83 – D.M 26/6/84 G.U n.234 del 25/8/84 G.U n.246 del 6/9/84). Eventuali impianti elettrici aggiuntivi dovranno essere realizzati osservando scrupolosamente il D.P.R. 547, le norme CEI (Legge n.186 del 1/4/68) e la Legge n.46 del 5/3/90. L’Espositore è responsabile unico di eventuali inosservanze alle suddette normative. L’Espositore solleva l’Organizzazione da qualsiasi responsabilità e danno dovesse derivare al personale dall’Espositore stesso o ai visitatori a seguito di inosservanza delle norme in vigore.

    ART. 9 – L’Organizzazione provvederà successivamente all’assegnazione degli stand secondo le indicazioni degli espositori, nei limiti consentiti dalle esigenze di carattere tecnico-organizzativo. Pertanto, le preferenze espresse avranno solo valore indicativo.
    L’Organizzazione si riserva la facoltà di modificare l’ubicazione dello stand, anche se già assegnato, oppure di variarne le dimensioni, ove ciò si rendesse necessario per cause tecniche o per esigenze organizzative.

    ART. 10 – Coloro che prenotino aree non allestite dovranno presentare progetti di sistemazione, bozzetti, arredamento e addobbo (come l’allestimento dei fondali, dei divisori e delle decorazioni), che dovranno essere sottoposti all’approvazione dell’Organizzazione.
    È vietata la chiusura con pannellature piene di ogni lato dell’area verso i corridoi per un tratto superiore al 50% della lunghezza del lato stesso.

    ART. 11 – Salvo causa di forza maggiore o esigenze particolari, le aree saranno messe a disposizione degli Espositori UN GIORNO prima dell’inizio della Borsa e gli stand dovranno essere pronti, con l’allestimento e i prodotti da presentare, entro le ore 20 del giorno 25 ottobre 2017.

    ART. 12 – Se per cause di forza maggiore, o comunque per motivi indipendenti dall’Organizzazione, l’esposizione non potesse venire effettuata, gli impegni assunti verso i terzi e le spese di organizzazione saranno ripartiti tra gli Espositori iscritti nei limiti degli importi versati. Le somme, eventualmente disponibili, verranno invece restituite proporzionalmente agli aderenti. Le spese per impianti e installazioni, eseguite per ordine degli Espositori, dovranno essere da questi integralmente rimborsate all’Organizzazione.

    ART. 13 – Lo sgombero degli stand potrà avvenire inderogabilmente solo dalle ore 14 del 29 ottobre alle ore 24 del 30 ottobre.
    Oltre tale termine, lo sgombero verrà eseguito a cura dell’Organizzazione a spese dell’aderente, senza che ciò costituisca responsabilità per l’Organizzazione.
    È fatto obbligo all’Espositore di riconsegnare il posteggio al competente ufficio Tecnico dell’Esposizione nello stato consegnatogli. L’inosservanza di tali norme darà diritto all’Organizzazione di rivalersi, nei confronti dell’Espositore delle spese sostenute per il ripristino del posteggio. Ove l’aderente si rifiutasse, l’Organizzazione avrà la facoltà di rivalersi anche sulle merci e materiali esposti. Uguale facoltà si intende riservata, per qualsiasi altro credito che essa vantasse verso l’aderente per effetto della sua iscrizione e partecipazione all’Esposizione. A tutela di ogni suo diritto o ragione creditoria, l’Organizzazione potrà vietare l’asportazione di merci e arredi presenti nel posteggio, riservandosi altresì il diritto di chiedere, se lo riterrà opportuno, in ordine al proprio interesse, il sequestro conservativo delle merci e di quanto altro contenuto nel posteggio.

    ART. 14 – È proibito ad estranei disegnare, copiare, o fotografare gli oggetti esposti senza una autorizzazione scritta dell’Espositore. L’Organizzazione, che si riserva il diritto di riprodurre direttamente o autorizzare la riproduzione di vedute d’insieme o di dettaglio esterne ed interne, e di permettere anche la vendita da parte degli incaricati ufficiali, non può comunque essere ritenuta responsabile per eventuali riprese fotografiche fatte abusivamente da terzi.
    L’introduzione in Borsa di apparecchi cinematografici è subordinata all’autorizzazione scritta dell’Organizzazione. Per ogni ripresa va fornita una copia alla Segreteria.

    ART. 15 – Gli Espositori che, all’interno del proprio stand, intendano somministrare alimenti e bevande a scopo promozionale, sono tenuti a fare idonea istanza direttamente al Comune di Capaccio Paestum per il rilascio della regolare autorizzazione sanitaria. L’Organizzazione è esonerata per eventuali conseguenze dovute ad inadempienze dell’Espositore rilevate dagli Organi competenti.

    ART. 16 – L’Organizzazione non assume alcuna responsabilità per furti, danneggiamenti o per rischi di qualsiasi natura. Durante l’orario di esposizione, nei periodi di allestimento e di smontaggio, l’espositore è responsabile della vigilanza del proprio stand.
    Nella quota di iscrizione è compreso il servizio di pulizia. Gli espositori potranno comunque affidare l’incarico alle ditte fiduciarie con le quali l’Organizzazione abbia convenuto condizioni e prezzi unitari.

    ART. 17 – Agli espositori è vietata la diffusione di musica e di suoni e l’utilizzo di apparecchi che arrechino disturbo agli altri stand ed ai visitatori. L’espositore ha il dovere di adempiere a propria cura e spese a quanto previsto dalle norme di legge vigenti in materia. A carico degli espositori è ogni eventuale imposta di pubblicità che dovesse essere applicata dai competenti Uffici del Comune di Capaccio e dalla Siae.

    ART. 18 – È vietato esporre o distribuire ogni tipo di materiale grafico (opuscoli, depliant, stampati, poster, ecc.) che non abbia carattere strettamente commerciale, oppure in cui si possa ravvisare anche (in modo non intenzionale, occasionale, oppure indiretto) una critica, una lesione o un’offesa a terzi.
    È vietato distribuire questionari o altri documenti mirati a raccogliere firme, dichiarazioni o informazioni che non abbiano attinenza con il turismo e i beni culturali.
    Ad ogni aderente è data facoltà di svolgere azione commerciale all’interno del proprio stand soltanto per la propria Ditta e le sue rappresentate attraverso strumenti promo pubblicitari strettamente attinenti alla merceologia per la quale l’Espositore è stato ammesso. È tassativamente vietato qualsiasi tipo di vendita al pubblico con consegna immediata.

    ART. 19 – L’espositore è responsabile nei confronti dell’Organizzazione e dell’Ente proprietario dei locali della Borsa, di tutti i danni provocati per qualsiasi causa diretta o indiretta dei propri dipendenti o terzi, senza esclusioni o limitazioni di sorta. L’ESPOSITORE DEVE ESSERE ASSICURATO contro tutti i rischi, compresi quelli di furto, incendio, danni di infiltrazione e caduta di acqua, di ruggine e responsabilità civile verso terzi.
    È fatto obbligo all’Espositore di disporre delle seguenti assicurazioni:
    a) polizza di assicurazione «All Risks – Tutti i Rischi» per merci, materiali, arredamenti, attrezzature ed allestimenti di proprietà o in uso all’Espositore durante la permanenza;
    b) polizza di assicurazione per la Responsabilità Civile per danni involontariamente provocati a terzi in relazione alla partecipazione alla Borsa per un massimale non inferiore a € 500.000,00; a questa assicurazione provvederà il Comune di Capaccio Paestum, titolare dell’area, per tutti gli Espositori con una apposita convenzione.
    L’Espositore, per le garanzie obbligatorie di cui sopra, deve disporre di propria polizza «All Risks» valida per fiere con clausola di rinuncia al diritto alla rivalsa nei confronti del Comune e dei terzi interessati all’organizzazione della Borsa.

    ART. 20 – L’Organizzazione si riserva di stabilire, anche in deroga al presente Regolamento, norme e disposizioni da essa giudicate opportune al fine di regolare al meglio la Borsa ed i servizi inerenti. Tali norme e disposizioni hanno valore equipollente al presente Regolamento ed hanno pari carattere di obbligatorietà. In caso di inadempienza alle prescrizioni del presente Regolamento, o successive emanate, l’Organizzazione può anche adottare provvedimenti di espulsione. In tale eventualità l’Espositore non ha diritto a rimborsi o indennizzi a nessun titolo.

    ART. 21 – Gli eventuali reclami devono essere presentati per iscritto all’Organizzazione. Per qualsiasi controversia sarà competente il Foro di Salerno.