La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico protagonista alla Giornata Europea del Turismo 2016

  • L’elenco dei relatori dell’European Tourism Day

    Il Direttore Picarelli con il Commissario Europeo Ambiente, affari marittimi e pesca Karmenu Vella

    Commissario Europeo Ambiente, affari marittimi e pesca Karmenu Vella

    La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è stata protagonista alla Giornata Europea del Turismo 2016 che si è svolta a Bruxelles il 29 novembre. L’evento, organizzato annualmente dalla Commissione Europea, si è articolato con una Conferenza dal titolo “Migliorare le sinergie tra il turismo e le industrie culturali e creative. Soluzioni innovative come fattori chiave per la crescita e l’occupazione”: l’appuntamento è stato l’occasione per lo scambio di buone pratiche su come sfruttare al meglio le sinergie tra il turismo, il patrimonio culturale e la creatività per la crescita sostenibile e la competitività del settore turistico europeo.

    La Conferenza – alla quale sono intervenuti i Commissari Europei Elżbieta Bieńkowska (Mercato interno, industria, imprenditoria e PMI), Tibor Navracsics (Istruzione, cultura, giovani e sport) e Karmenu Vella (Ambiente, affari marittimi e pesca) – ha riunito fino a 400 partecipanti tra autorità pubbliche dell’UE, nazionali e regionali, oltre ai rappresentanti delle organizzazioni di categoria europee del settore, dell’industria del turismo e dei viaggi.

    Il direttore Picarelli con il Commissario Europeo Tibor Navracsics

    Commissario Europeo Istruzione, cultura, giovani e sport
    Tibor Navracsics

    Nella sessione moderata da Walter Zampieri Capo Unità Diversità Culturale e Innovazione della DG Istruzione e Cultura della Commissione Europea è intervenuto Ugo Picarelli Direttore della Borsa unitamente a Cláudia Monteiro de Aguiar Membro del Parlamento Europeo, Armgard Maria Wippler Vice Direttore Generale per le Politiche delle PMI del Ministero degli Affari Economici e dell’Energia – Germania, Peter Debrine Senior Project Officer della Divisione per il Patrimonio Mondiale dell’Unesco, François Banon Vice Presidente Affari Pubblici e Comunicazione per l’Europa di Disneyland France.

    Grande motivo di soddisfazione per la Borsa, che si avvia a celebrare la ventesima edizione nel 2017, consapevole del riconoscimento unanime, non solo da parte della comunità scientifica internazionale, ma soprattutto del sostegno annuale da parte delle organizzazioni governative quali Unesco e Unwto.

    Il prestigioso invito di Bruxelles si annovera tra quei momenti che hanno fatto la storia della Borsa in questi lunghi 20 anni, tra i quali l’intervento alla Conferenza dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (Unwto) a Manama nel 2013 con la presenza dei Ministri del Turismo del Medio Oriente; l’incontro nel 2009 a Palazzo Grimaldi a Montecarlo con il Principe Alberto di Monaco; la mostra nel 2006 dei reperti ritrovati dalle missioni archeologiche italiane in Siria organizzata e dedicata alla Borsa nel Museo di Damasco dalla first lady Asma al-Assad; nel 2005 a Paestum la seduta pubblica su “turismo e cultura” del Comitato Economico Sociale Europeo, organo di indirizzo del Parlamento Europeo.

    Il Direttore Picarelli all'European Tourism DayIn vista della XX edizione si sta già lavorando per realizzare sia un programma di largo respiro, che proietti la Città di Capaccio Paestum e il Parco Archeologico alla ribalta internazionale, che iniziative determinanti per lo sviluppo locale, partendo dal sistema integrato di offerta turistica culturale e valorizzazione dei siti che la Regione Campania ha messo in atto. Proprio nell’edizione appena conclusa l’Assessore Regionale allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo Corrado Matera ha presentato la “Carta di Paestum”, in occasione della Conferenza delle Regioni, che ha visto riuniti alla Borsa in seduta congiunta gli Assessori al turismo e gli Assessori ai beni culturali.

    Inoltre, la Giornata Europea del Turismo è stata l’occasione per il Direttore Picarelli di incontrare a Bruxelles i funzionari della DG Istruzione e Cultura della Commissione Europea impegnati alla realizzazione del programma dell’“anno europeo del patrimonio culturale 2018”, al fine di organizzare a Paestum un’anteprima nella prossima edizione della Borsa, dal 26 al 29 ottobre 2017.