Relazione finale 2016

  • RELAZIONE FINALE

    Conclusa la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 2016 con la presenza del

    Ministro Franceschini e dei tre Sottosegretari del MiBACT Bianchi, Borletti Buitoni, Cesaro:

    il bilancio consuntivo e l’arrivederci alla XX edizione dal 26 al 29 ottobre 2017

     

    Da giovedì 27 a domenica 30 ottobre 2016 si è svolta a Paestum la XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico: l’area adiacente al Tempio di Cerere, il Museo Archeologico Nazionale e la Basilica Paleocristiana sono state le suggestive location della Borsa.

    La BMTA si è confermata un format di successo – testimoniato dalle prestigiose collaborazioni di organismi internazionali quali UNESCO, UNWTO e ICCROM – e un evento originale nel suo genere: sede dell’unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali; luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo culturale e al patrimonio; occasione di incontro per gli addetti ai lavori, per gli operatori turistici e culturali, per i viaggiatori, per gli appassionati; opportunità di business nella splendida cornice del Museo Archeologico con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit proveniente da 8 Paesi e l’offerta del turismo culturale e archeologico.

    La XX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico si svolgerà da giovedì 26 a domenica 29 ottobre 2017.

    I DATI DELL’EDIZIONE 2016

    Circa 10.000 i visitatori che hanno decretato il successo della XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.

    Il Salone Espositivo ha ospitato 80 espositori (da Calabria, Campania, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta) di cui 18 Paesi Esteri (da Africa, Asia, Europa, Medio Oriente) con l’autorevole presenza del MiBACT con uno spazio multimediale di circa 60 mq e della Calabria Regione Ospite 2016.

    Il Workshop con i buyers esteri si è svolto nel Museo Archeologico Nazionale con la partecipazione di 23 tour operator europei selezionati dall’Enit provenienti da 8 Paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Spagna, Svizzera) che hanno incontrato 100 operatori dell’offerta turistica.

    Il ricco programma articolato in 14 Sezioni ha annoverato 70 appuntamenti con 300 relatori.

    Notevole è stato il riscontro mediatico, con circa 100 giornalisti accreditati, servizi giornalistici trasmessi su Tg2, Tg3, Tgr regionali, Radio3, Radio24 e con un’ampia rassegna stampa delle principali testate giornalistiche e della stampa specializzata.

    3.600 studenti in rappresentanza di 50 Scuole Secondarie Superiori provenienti da diversi regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Puglia, Veneto), accompagnati da 200 docenti, hanno partecipato alle iniziative della Borsa a loro dedicate.

    Numeri più che lusinghieri provenienti anche dal pubblico del web, che per il terzo anno consecutivo ha potuto seguire in diretta live 13 appuntamenti del programma proposti in streaming sia sul sito che sulla pagina Facebook della Borsa e tuttora disponibili in una playlist dedicata: le dirette sono state seguite da centinaia di persone, con il picco di quasi 1.000 visualizzazioni per la Conferenza di apertura.

    16.987 i like per la pagina Facebook con la quale nella settimana della Borsa hanno interagito circa 22.000 persone.

    Nei quattro giorni dell’evento, 10.000 i visitatori unici sul sito ufficiale www.bmta.it, 30.000 dall’inizio del mese di ottobre.

    L’hashtag #BMTA2016 è stato trend topic su Twitter in quinta posizione per due giorni di seguito (28 e 29 ottobre) e stabilmente nei primi trentacinque risultati delle tendenze italiane per tutta la durata della manifestazione, sfiorando le 4.000 menzioni nel solo mese di ottobre. Raddoppiati dallo scorso anno i follower (ad oggi 4.742) sul profilo ufficiale.

    Seguitissimi sui social i momenti salienti, in particolare l’omaggio #Unite4Heritage for Palmyra che ha riunito virtualmente i figli dell’archeologo Khaled al-Asaad, come ha riferito Fayrouz, la figlia presente a Paestum, felice che i fratelli rifugiati in Francia abbiano potuto vederla, anche se solo online, e come testimoniano i loro “mi piace” ai post sugli incontri di approfondimento dedicati a Palmira.

    La ricaduta economica sul territorio è stata significativa, nel segno della destagionalizzazione, con 20 strutture ricettive totalmente occupate per un totale complessivo di oltre 1.000 presenze.

    I MOMENTI CARATTERIZZANTI LA XIX EDIZIONE

    La BMTA, considerata sin dal suo inizio da UNESCO e UNWTO “best practice di dialogo interculturale”, ha voluto dedicare a Palmira la sua XIX edizione: la tragedia che insanguina il Vicino Oriente sta mettendo in pericolo l’esistenza, non solo delle persone, uccise o costrette alla fuga e all’esilio, ma anche di patrimoni culturali, che rappresentano allo stesso tempo identità e storia di importanti civiltà. La Siria è la regione dove si è sviluppata la civiltà urbana e la straordinaria città carovaniera di Palmira, all’interno di un’oasi rigogliosa e verdeggiante, è il simbolo di un incontro di culture.

    #Unite4Heritage è l’hashtag lanciato dall’Unesco, affinché anche i social network contribuiscano a creare una sensibilità diffusa sull’importanza di proteggere, tutti insieme, il patrimonio culturale dell’umanità. La Borsa ha ritenuto, quindi, di dare attenzione rilevante a Palmira inserendo nella propria immagine coordinata l’hashtag #Unite4Heritage for Palmyra unitamente a una foto del sito, organizzando una conferenza dallo stesso titolo, dedicandole uno spazio nel salone espositivo e svolgendo la seconda edizione del prestigioso “International Archaeological Discovery Award” intitolato al suo archeologo Khaled al-Asaad, che tutti ricordano per aver pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale.

    Tra i protagonisti di questa edizione: Dario Franceschini Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dorina Bianchi Sottosegretario MiBACT, Ilaria Borletti Buitoni Sottosegretario MiBACT, Antimo Cesaro Sottosegretario MiBACT, Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo, Ignazio Abrignani Presidente Osservatorio Parlamentare per il Turismo e Vice Presidente Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati, Gianni Torrenti Coordinatore Commissione Beni e Attività culturali della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e Assessore alla cultura, sport e solidarietà Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Giuliano Volpe Presidente Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, Caterina Bon Valsassina Direttore Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del MiBACT, Francesco Palumbo Direttore Generale Turismo del MiBACT, Stefano De Caro Direttore Generale ICCROM, Carlo Corazza Capo Unità Turismo Direzione Generale Mercato Interno, Industria, Imprenditoria e PMI della Commissione Europea, Gianni Bastianelli Direttore Esecutivo ENIT, Gianfranco Battisti Presidente Federturismo Confindustria, Franco Iseppi Presidente Touring Club Italiano, Paolo Matthiae Archeologo, Zahi Hawass Archeologo, Fayrouz Asaad Archeologa e figlia di Khaled al-Asaad, Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira, Dominique Garcia Presidente INRAP Institut National de Recherches Archéologiques Préventives (Francia), Anna Arzhanova Presidente CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee, i Direttori dei Musei Archeologici di Acropoli Atene, Beirut, Marsiglia, Napoli, Reggio Calabria, Taranto, Tunisi, i Direttori delle Soprintendenze di Pompei e di Roma, i Presidenti del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, di Icomos Italia, di UNPLI Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, di ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, di ANA Associazione Nazionale Archeologi, dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, di AIAC Associazione Internazionale di Archeologia Classica, dell’Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia, Storia e Storia dell’Arte in Roma.

    La giornata di apertura

    Giovedì 27 ottobre, a seguito della Conferenza di apertura – con gli interventi di Corrado Matera Assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo della Regione Campania e Dorina Bianchi Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo – si è svolto l’incontro “Un anno di gestione autonoma dei Musei Archeologici del Sud” con Eva Degl’Innocenti Direttore Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Paolo Giulierini Direttore Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Carmelo Malacrino Direttore Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria e Gabriel Zuchtriegel Direttore Parco Archeologico di Paestum.

    Presso il Museo Archeologico si sono svolti:

    – la Seduta pubblica della Commissione congiunta degli Assessori al Turismo e degli Assessori ai Beni e alle Attività Culturali della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome alla quale sono intervenuti: Dorina Bianchi Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo, Carlo Corazza Capo Unità del Turismo Direzione Generale Mercato Interno, Industria, Imprenditoria e PMI della Commissione Europea, Gianni Torrenti Coordinatore Commissione Beni e Attività culturali della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e Assessore alla cultura, sport e solidarietà Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; Corrado Matera Assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo della Regione Campania in rappresentanza di Giovanni Lolli Coordinatore Commissione Turismo della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e Vice Presidente della Regione Abruzzo;

    – il Consiglio Federale dell’Enit.

    Presso la Sala Cerere si è svolta la Conferenza “La Programmazione Regionale 2016-2020. Il sistema integrato della cultura, beni culturali e turismo” a cura della Direzione Generale per le Politiche Sociali, le Politiche Culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero della Regione Campania, introdotta e moderata dal Direttore Generale Rosanna Romano, con gli interventi di Corrado Matera Assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo della Regione Campania, Patrizia Boldoni Presidente Scabec spa Società Campana per i Beni Culturali, Francesco Caruso Consigliere ai Rapporti Internazionali e all’Unesco del Presidente della Giunta Regionale della Campania, Sebastiano Maffettone Consigliere per le Organizzazioni Culturali del Presidente della Giunta Regionale della Campania, Paolo Giulierini Direttore Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Gabriel Zuchtriegel Direttore del Parco Archeologico di Paestum, Angela Tecce Direttore Polo Museale della Calabria e della Fondazione Real Sito di Carditello, la partecipazione dei Sindaci della Regione Campania e le conclusioni di Antimo Cesaro Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo.

    La visita del Ministro Franceschini e le Conferenze in collaborazione con il MiBACT

    Dario Franceschini Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha visitato la Borsa nel pomeriggio di venerdì 28 ottobre. Lo stesso giorno, in programma diversi appuntamenti realizzati con il MiBACT, che ha patrocinato la Borsa:

    “Archeologia e Paesaggio”, in collaborazione con la Direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, moderata dal giornalista de “Il Sole 24 Ore” Marco Carminati e con gli interventi di Elena Calandra Direttore Istituto Centrale per l’Archeologia del MiBACT, Adele Campanelli Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Napoli, Maurizio Di Stefano Presidente ICOMOS Italia, Dominique Garcia Presidente INRAP Institut National de Recherches Archéologiques Préventives (Francia), Gennaro Miccio Direttore Segretariato Regionale del MiBACT per il Piemonte, Massimo Osanna Direttore Soprintendenza Pompei, Armando Zambrano Presidente Consiglio Nazionale degli Ingegneri e le conclusioni di Caterina Bon Valsassina Direttore DG Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del MiBACT;

    “Le politiche europee per il turismo e il patrimonio culturale”, in occasione della quale si è svolta la presentazione di “CULTURA CREA” del PON Cultura e Sviluppo FESR 2014/2020 del MiBACT. Sono intervenuti: Alfonso Andria Presidente Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, Carlo Corazza Capo Unità del Turismo Direzione Generale Mercato Interno, Industria, Imprenditoria e PMI della Commissione Europea, Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo, Dora Di Francesco Dirigente Servizio II Segretariato Generale MiBACT, Renzo Iorio Presidente Gruppo Tecnico Cultura e Sviluppo di Confindustria, Sebastiano Maffettone Consigliere per le Organizzazioni Culturali del Presidente della Giunta Regionale della Campania, Alberto Marchiori Incaricato alle Politiche dell’Unione Europea di Confcommercio – Imprese per l’Italia;

    – “Pubblico e privato a sistema per la promozione e la valorizzazione delle destinazioni turistico-culturali”, alla quale sono intervenuti Ignazio Abrignani Presidente Osservatorio Parlamentare per il Turismo e Vice Presidente Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati, Gianni Bastianelli Direttore Esecutivo ENIT, Gianfranco Battisti Presidente Federturismo Confindustria, Marco Bruschini Direttore Turismo ACI Automobile Club d’Italia, Franco Iseppi Presidente Touring Club Italiano e con la partecipazione di Syusy Blady e Valentino Nizzo Funzionario Archeologo Direzione Generale Musei MiBACT; al termine dei lavori è stato proiettato il video The ancient city of Velia a cura del MiBACT e di Italia Slow Tour;

    – Incontri MiBACT: “I Musei del Polo Museale: Maddaloni, un viaggio lungo l’Appia al Museo Archeologico di Calatia” a cura del Polo Museale della Campania, “Informare, interagire, educare. Progetti di studio e comunicazione su una città romana e una necropoli longobarda” a cura del Segretariato Regionale del MiBACT per il Piemonte e della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo, Da Experience Etruria al Distretto Turistico “Etruria Meridionale” a cura del Distretto Turistico Etruria Meridionale.

    I principali Musei Archeologici del Mediterraneo per un progetto in comune a favore del dialogo interculturale

    Venerdì 28 ottobre si è svolta la Conferenza “I Musei Archeologici del Mediterraneo per il dialogo interculturale” nell’ambito dell’evento #pernondimenticare il Museo del Bardo, 18 marzo 2015: dallo scorso anno, infatti, la Borsa vuole ricordare l’attentato al Museo di Tunisi perché ogni cittadino del mondo, al di là di appartenenze religiose o politiche, deve essere consapevole che il patrimonio culturale è un bene comune e rappresentazione di identità nazionale al servizio del dialogo interculturale. Alla Conferenza, moderata da Elena Capparelli Vice Direttore Rai Cultura, sono intervenuti: Anne-Marie Afeiche Direttore del Museo Nazionale di Beirut, Moncef Ben Moussa Direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Ilaria Borletti Buitoni Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo, Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo, Stefano De Caro Direttore Generale ICCROM, Muriel Garsson Direttore del Museo di Archeologia Mediterranea di Marsiglia, Dimitrios Pandermalis Direttore del Museo dell’Acropoli di Atene, Gabriel Zuchtriegel Direttore Parco Archeologico di Paestum.

    “#Unite4Heritage for Palmyra” con la partecipazione della figlia di Khaled al-Asaad, l’archeologo trucidato dall’ISIS

    Sabato 29 ottobre ha avuto luogo la Conferenza #Unite4Heritage for Palmyra, moderata dal giornalista del “Corriere della Sera” Paolo Conti, con Fayrouz Asaad Archeologa e figlia di Khaled al-Asaad, Francesco Caruso Consigliere ai Rapporti Internazionali e all’Unesco del Presidente della Giunta Regionale della Campania, Paolo Matthiae Archeologo e Direttore della Missione archeologica in Siria “Sapienza” Università di Roma, Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira, Andreas M. Steiner Direttore di “Archeo”.

    “International Archaeological Discovery Award”, il Premio in nome di Khaled al-Asaad

    L’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, il Premio intitolato all’archeologo di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale, è l’unico riconoscimento a livello mondiale dedicato al mondo dell’archeologia e in particolare ai suoi protagonisti, gli archeologi, che con sacrificio, dedizione, competenza e ricerca scientifica affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio.

    La BMTA e Archeo, la prima testata archeologica italiana, hanno inteso dare il giusto tributo alle scoperte archeologiche attraverso un Premio annuale assegnato in collaborazione con le testate internazionali, tradizionali media partner della Borsa: Current Archaeology (Regno Unito), Antike Welt (Germania), Dossiers d’Archéologie (Francia), Archäologie der Schweiz (Svizzera).

    Le cinque scoperte dello scorso anno che si sono contese la vittoria del Premio sono: la Tomba celtica di Lavau (Francia), i 22 relitti sottomarini nell’arcipelago di Fourni (Grecia), il Monumento sotterraneo nei pressi di Stonehenge (Inghilterra), la Tomba etrusca di Città della Pieve (Italia), le Tombe della Necropoli di Khalet al-Jam’a (Palestina).

    La seconda edizione dell’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad” è stata assegnata alla Tomba di Lavau in Francia, quale scoperta più significativa del 2015: il Premio è stato consegnato all’INRAP Institut National de Recherches Archéologiques Préventives, nella persona del Presidente Dominique Garcia, venerdì 28 ottobre alla presenza di Fayrouz Asaad Archeologa e figlia di Khaled al-Asaad.

    La tomba, risalente al V sec. a.C. e ospitante i resti di un principe celtico, è stata scoperta a Lavau nella regione di Champagne, a 100 chilometri da Parigi. Al centro di un tumulo di 40 metri di diametro, il defunto e il suo altare riposano in una vasta camera funeraria di 14 mq, una delle più ampie rinvenute intorno alla fine della prima età del ferro. La tomba contiene depositi funerari di una ricchezza degna delle più alte élite del tempo: bacini, un cesto in bronzo, una ceramica decorata, un coltello nella sua custodia. Il pezzo principale è un calderone in bronzo, di circa un mt di diametro, ornato accanto alle quattro maniglie da alcune raffigurazioni della testa di Acheloo, un dio fluviale greco, qui rappresentato cornuto, barbuto, con orecchie taurine e tripli baffi; inoltre, il bordo del calderone è decorato con otto teste di leoni.

    Lo “Special Award”, il Premio alla scoperta con il maggior consenso sulla pagina Facebook della BMTA, è stato assegnato alla Tomba etrusca di Città della Pieve: una scoperta di fondamentale valore per il territorio pievese, che entrerà così a far parte della rete delle Città Etrusche.

    La presentazione dei Caschi Blu del Mare

    Venerdì 28 ottobre si è svolta la Presentazione Ufficiale dei “Blue Helmets of the Sea”, moderata da Andreas M. Steiner Direttore di “Archeo”, alla presenza di Anna Arzhanova Presidente CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee, Ilaria Borletti Buitoni Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo e Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo: nell’ambito delle sue attività la CMAS promuove iniziative legate all’archeologia subacquea e si appresta a organizzare una struttura pronta ad intervenire dovunque nel mondo per la ricerca e la tutela del patrimonio archeologico in mare.

    Le Associazioni degli archeologi italiani a Paestum

    Sabato 29 ottobre ha avuto luogo l’incontro Da La Valletta a Faro: l’archeologia italiana e il patrimonio culturale alle soglie del terzo millennio”, con la partecipazione di Giuliano Volpe Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT, promosso da ANA Associazione Nazionale Archeologi, API Archeologi Pubblico Impiego del MiBACT, ARCHEOIMPRESE Associazione delle Imprese di Archeologia, Archeologi CNR, CIA Confederazione Italiana Archeologi, CNAP Confederazione Nazionale Archeologi Professionisti, Consulta Universitaria di Archeologia del Mondo Classico, Consulta Universitaria di Archeologia Post-Classica, Consulta Universitaria di Preistoria e Protostoria, Consulta Universitaria di Topografia, Coordinamento Archeologi CNA, FAP Federazione Archeologi Professionisti, FAS Federazione Archeologi Subacquei, FINCO Cultura, SAMI Società degli Archeologi Medievisti Italiani.

    Social media e storytelling

    La XIX BMTA ha promosso, con appuntamenti dedicati, lo sviluppo dei beni culturali attraverso i social media e lo storytelling:

    – venerdì 28 ottobre l’incontro a cura di Archeostorie “Racconti da Museo. Storytelling d’autore per il museo 4.0”, che ha voluto riflettere sul ruolo della narrazione in ambito museale quale strumento privilegiato per appassionare i moderni al passato e far sì che attraverso di esso conoscano meglio anche il presente;

    – sabato 29 ottobre il seminario “Paestum Digital Storytelling School”, ovvero come narrare il passato con l’uso combinato di testi, video e immagini, a cura del team Swipe Story, in collaborazione con Archeostorie;

    – sabato 29 ottobre “Tutto il resto è noia. Conquistare il pubblico con mezzi non convenzionali: archeologia tra gamification, reenacting e social media” a cura di ArcheoPop e Professione Archeologo, che ha voluto riunire per la prima volta esperti di rievocazione storica e autori, per confrontarsi sul tema della divulgazione storico-archeologica con contenuti di intrattenimento e presentare buone pratiche ed esempi riusciti.

    Inoltre, la Borsa ha lanciato negli ultimi anni sulla sua pagina Facebook il Concorso fotografico “La BMTA ti porta a Paestum!”, rivolto agli appassionati di archeologia e ai viaggiatori con l’hobby della fotografia, con il quale si può vincere una notte per due persone in hotel durante l’evento.

    QUATTORDICI LE SEZIONI

    ArcheoIncontri

    La sezione dedicata alle conferenze stampa e alla presentazione di progetti, iniziative culturali, editoriali e multimediali ha visto la partecipazione di: Agenzia Regionale del Turismo – Regione Lazio, AIAC Associazione Internazionale di Archeologia Classica in collaborazione con Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma, Aigo Confesercenti, ANA Associazione Nazionale Archeologi, Archeoclub d’Italia, Archeostorie, Centro Universitario per i Beni Culturali di Ravello, CIA Confederazione Italiana Archeologi, Comune di Manduria, Dipartimento Turismo e Beni Culturali, Istruzione e Cultura della Regione Calabria, Distretto 2100 Rotary International, Fondazione Dià Cultura, Fonderie Culturali, Gruppi Archeologici d’Italia, Invasioni Digitali, IRIAE International Research Institute for Archaeology and Ethnology, Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Parco Archeologico dei Campi Flegrei, UNPLI Unione Nazionale Pro Loco d’Italia.

    ArcheoLavoro

    Le Università Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Università degli Studi di Salerno, Università Telematica Pegaso e Universitas Mercatorum hanno presentato l’offerta formativa dedicata ai Corsi di Laurea e Master in Archeologia, Beni Culturali e Turismo. Il Direttore del Parco Archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel ha presentato la figura professionale dell’archeologo.

    ArcheoStartUp

    La sezione dedicata alle nuove imprese culturali e ai progetti innovativi nelle attività archeologiche, ha visto la presentazione di 16 Startup: Crociere in Irpinia, Cultural Entrepreneurship Institute Berlin, EvoQuest, Fare Digital Media, Gooty – Good Taste of Italy, Immersive, Istemi, K.O.A.S.T. (Kayak Opportunity for Art Sea and Tourism), La Terra dei Miti, #Luoghinarranti, Mnemosyne 3D, Progetto Maler, Recupero e valorizzazione Scavi Complesso SS. Trinità, Sulle Orme dell’Uomo, SWIPE STORY, VisitVesuvio: digital innovative tourism.

    ArcheoTeatro

    Partendo dalla riflessione che la location dell’area archeologica della città antica è un palcoscenico naturale, si è inteso offrire varie iniziative (dalle rappresentazioni teatrali ai workshop di orientamento e formazione) a cura dell’Accademia Magna Graecia di Paestum.

    ArcheoVirtual

    Mostra e Workshop dedicati all’archeologia virtuale, è la sezione realizzata in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR.

    Le tecnologie più avanzate hanno incontrato il mondo dell’archeologia nell’emozionante galleria di ArcheoVirtual – quest’anno dedicata al tema del paesaggio – che ha permesso ai visitatori, grazie alle originali produzioni interattive e virtuali, di essere catapultati nell’antichità e cimentarsi così in un viaggio nel tempo.

    In occasione del Workshop “Archeologia virtuale ed entertainment per il turista del terzo millennio” si è discusso dell’archeologia virtuale come valore aggiunto in progetti sviluppati nel settore dell’intrattenimento, in particolare spettacoli live e video giochi.

    Gli Incontri con i Protagonisti

    Il grande pubblico ha potuto incontrare personalità del mondo culturale, importanti archeologi e noti divulgatori della TV:

    Syusy Blady;

    – l’archeologo Zahi Hawass;

    Fayrouz Asaad archeologa e figlia di Khaled al-Asaad e Mohamad Saleh Ultimo Direttore per il Turismo di Palmira intervistati da Stefania Battistini giornalista del Tg1;

    Mario Tozzi;

    – lo storico dell’arte Luigi Gallo intervistato da Roberto Ippolito giornalista e scrittore.

    Laboratori di Archeologia Sperimentale

    I Laboratori di Archeologia Sperimentale, con il coordinamento scientifico di Mauro Cesaretto, hanno offerto ai visitatori l’opportunità di conoscere la cultura antropologica e materiale dell’antichità attraverso la riproduzione delle tecniche utilizzate dall’uomo per realizzare manufatti di uso quotidiano.

    I Premi “Paestum Archeologia” e “Antonella Fiammenghi”

    Il Premio “Paestum Archeologia”, assegnato a coloro che contribuiscono alla valorizzazione del patrimonio culturale, è stato consegnato a:

    INRAP Institut National de Recherches Archéologiques Préventives – Francia;

    Silvia Costa Presidente Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo;

    Stefano De Caro Direttore Generale ICCROM.

    Venerdì 28 ottobre è stato consegnato il Premio “Antonella Fiammenghi”, giunto alla decima edizione, ai laureati che hanno svolto la tesi di laurea sulla BMTA o sul turismo archeologico. Ben 14 laureati da 9 diverse Università italiane si sono candidati per il Premio, istituito nel 2007 nel ricordo di Antonella Fiammenghi, Direttore del Parco Archeologico di Velia, quale testimonianza per quanti divulgano il turismo archeologico attraverso l’impegno universitario. Tre i vincitori classificatisi primi a pari merito che hanno ricevuto il riconoscimento: Gennaro Borrelli, per la Tesi di Laurea “Empowerment ed economia sociale nella valorizzazione del patrimonio culturale. Il caso Pompei” discussa presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Corso di Laurea Magistrale in Bioetica Interculturale (Anno Accademico 2013/2014), Michela Faletti, per la Tesi di Laurea “L’archeologia in mostra: tre esposizioni temporanee a confronto nell’era digitale” presentata presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Corso di Laurea in Scienze del Turismo e Comunità Locale (Anno Accademico 2014/2015), Davide Pecoraro, per la Tesi di Laurea “Musealizzazione del santuario di Santa Venera a Paestum” discussa presso l’Università Sapienza di Roma, Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura e della Città (Anno Accademico 2015/2016).

    Visite guidate

    La Borsa ha riservato a relatori, giornalisti e visitatori un programma di visite guidate:

    ITINERARIO PAESTUM, visita al Parco Archeologico e al Museo Nazionale;

    I TEMPLI DI PAESTUM, la Basilica, il tempio più antico dei tre monumenti dorici del Parco, è l’unico tempio greco in tutto il Mediterraneo ad essere accessibile senza barriere architettoniche;

    ALLA SCOPERTA DEI SEGRETI DEL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI PAESTUM, accesso ai depositi, ove si conservano più di 400 lastre dipinte provenienti da tombe lucane del IV e dell’inizio del III sec. a.C.;

    IL SENTIERO DEGLI ARGONAUTI – PASSEGGIATA DAI TEMPLI AL MARE, percorso ispirato alla leggenda antica secondo la quale gli eroi che accompagnavano Giasone alla ricerca del vello d’oro avrebbero fondato il Santuario di Hera alla foce del Sele.

    I PARTNER

    La XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico:

    promossa da Regione Campania (Direzione Generale per le Politiche Sociali, le Politiche Culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero della Regione Campania) in collaborazione con la Città di Capaccio Paestum, la Provincia di Salerno, il Parco Archeologico di Paestum, la Scabec spa Società Campana per i Beni Culturali;

    – con il sostegno di MiBACT Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, UNWTO Organizzazione Mondiale del Turismo, UNESCO, ICCROM Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali;

    – in collaborazione con ENIT Agenzia Nazionale del Turismo, ITABC Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Camera di Commercio di Salerno, Università degli Studi di Salerno;

    – con il patrocinio di MAECI Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, UPI Unione Province d’Italia, UNIONCAMERE, Federturismo Confindustria, Confturismo Confcommercio, Assoturismo Confesercenti, ICOMOS Italia, Touring Club Italiano, UNPLI Unione Nazionale Pro Loco d’Italia;

    – con la partecipazione di Centro Universitario per i Beni Culturali di Ravello, Fondazione Paestum, Fondazione Mida, ANA Associazione Nazionale Archeologi, CIA Confederazione Italiana Archeologi, AIAC Associazione Internazionale di Archeologia Classica, Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma, FAI Fondo Ambiente Italiano, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, Gruppi Archeologici d’Italia, Archeoclub d’Italia.

    Media Partner ufficiale Archeo.

    Media Partner Domenica de Il Sole 24 Ore, Nòva de Il Sole 24 Ore, Rai Cultura, Antike Welt, Archeonews, Archäologie der Schweiz, Current Archaeology, Dossiers d’Archéologie, Forma Urbis, Il Giornale dell’Arte, Medioevo, Touring, Turisti per Caso.

    Partner tecnici Convergenze di Capaccio Paestum, Arti Grafiche Boccia.

    Vettore ufficiale Trenitalia.

    La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico è ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli.