Premio “Antonella Fiammenghi”

  • عفوا، هذه المدخلة موجودة فقط في الإيطالية و الإنجليزية الأمريكية. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in this site default language. You may click one of the links to switch the site language to another available language.

    Le migliori tesi di laurea in turismo archeologico o sulla Borsa in memoria di Antonella Fiammenghi

    Nell’ambito di ArcheoLavoro, è annualmente conferito il Premio “Antonella Fiammenghi” al laureato che ha svolto la tesi di laurea sul “Turismo Archeologico” o sulla “Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico”.

    Premio per tesi di laurea in turismo archeologicoIl Premio istituito nel 2007 nel ricordo di Antonella Fiammenghi, Direttore del Parco Archeologico di Velia, vuole essere un riconoscimento per quanti divulgano il Turismo Archeologico e la Borsa attraverso l’impegno universitario.

    Inoltre, per la prima volta, la Borsa in collaborazione con il mensile ArcheoNews ha inteso premiare la Tesi di Laurea vincitrice con la pubblicazione da parte di AMG Press.

    Basilica
    venerdì 15 novembre ore 11.30 · 11.45

    modera
    Maurizio Carucci Giornalista “Avvenire”

    consegna il Premio
    Vincenzo Rocco 
    Consorte di Antonella Fiammenghi

    riceve il Premio
    Martina De Giuseppe

    per la tesi di Laurea in Scienze Archeologiche
    Archeologia Pubblica: percorsi di musealizzazione e fruizione delle aree archeologiche
    Sapienza Università di Roma
    Anno Accademico 2017/2018

    interviene sull’“Archeologia Pubblica”
    Rachele Dubbini 
    Ricercatore Università di Ferrara

    ____________________________________________________________________________________

    Nel 2018 il Premio è stato assegnato a: Alessia D’Onofrio, laureata del Corso di Laurea in Scienze dell’Archeologia e Metodologia della Ricerca Storico – Archeologica dell’Università degli Studi di Roma Tre per la tesi di laurea “Il Patrimonio Culturale Sommerso come espressione della Cultura Universale. Analisi dei ritrovamenti archeologici nelle aree marine protette italiane”.

    Nel 2017 a: Chiara Vitaloni, laureata del Corso di Laurea Magistrale in Quaternario, Preistoria e Archeologia dell’Università di Ferrara per la tesi di laurea “Nuovi sviluppi dell’archeologia computazionale finalizzati alla programmazione di un’applicazione Android per scopi divulgativi”.

    Nel 2016 a:
    Gennaro Borrelli, laureato del Corso di Laurea Magistrale in Bioetica Interculturale dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” per la tesi di laurea “Empowerment ed economia sociale nella valorizzazione del patrimonio culturale. Il caso “Pompei””.
    Michela Faletti, laureata del Corso di Laurea in Scienze del Turismo e Comunità Locale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca per la tesi di laurea “L’archeologia in mostra: tre esposizioni temporanee a confronto nell’era digitale”.
    Davide Pecoraro, laureato del Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura e della Città della Sapienza Università di Roma per la tesi di laurea “Musealizzazione del santuario di Santa Venera a Paestum”.

    Nel 2015 a: Elsa Di Vilio, laureata del Corso di Laurea in Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente del Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” per la tesi di laurea “Gli scavi archeologici per la costruzione della metropolitana di Atene e il loro impatto sulla città attuale”.

    Nel 2014 a: Maria Carmela Scalone, laureata del Corso di Laurea in Organizzazione e Gestione della Sicurezza del Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi dell’Università degli Studi del Sannio per la tesi di laurea “Velia tra storia e gestione”.

    Nel 2013 a: Serena Cortesi, laureata del Corso di Laurea in “Economia e Gestione dei Servizi Turistici” della Facoltà di Economia dell’Università di Milano-Bicocca per la tesi di laurea “Analisi economica del turismo culturale in Italia”

    Nel 2012 a: Filomena Cesarano, laureata del Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per la tesi di laurea “Turismo e Archeologia: il progetto R.A.S. per la promozione e la valorizzazione del sito di Stabiae”.

X