ArcheoStartUp

  • ArcheoStartUp presso la Basilica permetterà di presentare nuove imprese culturali e progetti innovativi nelle attività archeologiche: rappresenta, quindi, una grande opportunità per i giovani, che potranno illustrare le proprie idee in un evento internazionale quale la BMTA.

    Sabato 28 ottobre ore 13.30 – 15.30

    Per presentare la tua Startup è necessario compilare la scheda di adesione ed inviarla entro il 30 settembre.

    Saranno presentate le seguenti Startup:

    ArcheoExperience, i siti di archeologia come leva di turismo esperienziale
    Si tratta di un progetto di turismo esperienziale, che pone il turista al centro: è lui a programmare la propria vacanza in base alle proprie esigenze e passioni e non alle offerte standard delle strutture turistiche. Il progetto mira ad identificare i punti esperienziale di maggior rilievo, ovvero “gli elementi con cui il turista entra in contatto per fruire dell’esperienza”. La vision del progetto scommette sempre più sul bisogno strategico di adottare strumenti on line legati all’esperienza per la fase di pre-viaggio determinate nella scelta della destinazione.

    Archeogastronomia al museo
    L’obiettivo del progetto è diffondere l’archeogastronomia: commercializzare prodotti alimentari e bevande che ancora oggi alcune piccole e medie imprese italiane, dopo anni di studi e ricerche scientifiche condotti in collaborazione con università ed archeologi, realizzano secondo le ricette tramandate a partire dall’ Antica Grecia, antica Roma, medioevo e Rinascimento. Si propone a musei, aree archeologiche e privati per realizzare degustazioni storiche delle ricette antiche, facendo conoscere le tradizioni storiche e culturali.

    ArcheoPlay
    Il progetto intende implementare la fruizione dell’inestimabile patrimonio archeologico italiano. Accessibilità, inclusione, comunicazione, fidelizzazione alla Cultura, creazione di nuovi pubblici vogliono essere indagati attraverso l’elaborazione di innovative modalità di ricerca, marketing e con l’applicazione delle nuove tecnologie, grazie ad un approccio non tradizionale e con un’attenzione costante al panorama tecnologico odierno e alle più recenti tecniche di audience development. Il format è erogato attraverso pacchetti di offerte culturali pensati su misura per ogni museo archeologico italiano tramite contenuti altamente personalizzabili che possano migliorare la fruizione del patrimonio conservato e fornire al pubblico la migliore esperienza museale possibile. “ArcheoPlay” mira a fornire ai musei archeologici contenuti materiali e immateriali duraturi nel tempo, sostenibili e in continuo aggiornamento (materiali e servizi didattici, materiali e servizi tecnologici).

    ArcheoUp
    Il progetto è finalizzato alla divulgazione e musealizzazione del patrimonio storico artistico e archeologico Italiano ed esterno con l’ausilio di tecnologie innovative: una piattaforma online che permetta la divulgazione di modelli tridimensionali di opere e reperti corredate da informazioni allo stesso tempo scientifiche e di facile accesso, con la possibilità di creare profili professionali per la condivisione privata di dati scientifici tra studiosi e addetti ai lavori; un sistema di scansione 3D automatica di reperti con possibilità di exibit dei modelli acquisiti con proiezioni e soluzioni tecnologiche realizzate ad hoc; realizzazione di realtà virtuale a scopi espositivi e divulgativi.

    Cilento Mondo
    Si tratta di una idea progetto per una startup da costruire insieme ai protagonisti territoriali per un laboratorio di umanità in cammino, “Cilento Mondo”, insieme per cambiare il mondo dell’avere e dell’apparire in un saggio mondo dell’essere in divenire.

    Compsa in Fabula
    Il progetto nasce con la finalità di realizzare eventi capaci di raccontare l’eccezionale stratificazione storica architettonica e culturale del sito archeologico Parco di Compsa, con eventi come ricostruzioni spazio-temporali, rappresentazioni contestualizzate teatrali delle farse, momenti convegnistici, percorsi di show cooking e fiere dell’enogastronomia, laboratori di artigianato locale improntati sul learning by doing.

    Hearth
    Hearth è una piattaforma B2C che introduce un inedito modello di business applicato alla gestione dei rapporti tra aziende produttrici di beni e servizi e i potenziali consumatori nel mercato globale.
    Hearth significa in inglese “focolare”, racchiude le parole heart (cuore) e Earth (Terra). Il focolare è da sempre il luogo intorno cui si è riunito l’uomo, quindi rappresenta idealmente i “focolari moderni”, le luci cioè che si vedono osservando la Terra dallo spazio, che si possono associare ad abitazioni, città, eventi, anche semplici falò, ma in ogni caso cose che si ricollegano alla presenza di persone o riunioni di esse.

    History Now
    Il progetto intende creare uno strumento semplice ed immediato perappassionare il grande pubblico alla storia e alle bellezze architettoniche del passato. La storia è viva, e vive in questo momento: come suggerisce il nome, gli ideatori intendono fare in modo che la storia diventi un elemento vivo e attuale dell’esperienza turistica e culturale.
    History Now si comporrà di due componenti fondamentali. Il primo, orientato ai turisti, consisterà in un’applicazione per dispositivi mobili (smartphone e tablet) utilizzabile mentre questi si spostano all’interno di un sito archeologico, un museo, o una città d’arte. L’applicazione guiderà l’utente su percorsi specificie, sfruttando la geolocalizzazione, fornirà informazioni dettagliate sui principali punti d’interesse, spiegando gli avvenimenti principali e mostrando personaggi e luoghi storici così come erano in passato. Uno o più personaggi virtuali accompagneranno il visitatore con informazioni testuali, ricostruzioni 3D e video, attraverso un trama elaborata ad-hoc rispetto al sito. L’utente potrà anche scegliere di utilizzare l’app semplicemente come guida turistica, che funzionerà in modo più discreto, e che richiamerà l’attenzione del turista quando questi si troverà nei pressi di un punto d’interesse.
    Il secondo componente del progetto, complementare al primo, sarà orientato ai fornitori di servizi, ovvero musei, gallerie d’arte, case storiche, ecc., e comprenderà un insieme di guide interattive, esperienze e giochi, che integrino le informazioni che accompagnano le opere e i reperti esposti. Tali soluzioni saranno realizzate mediante tecnologie non invasive, quali totem intelligenti, realtà virtuale, realtà aumentata, ologrammi.

    L’emozione della conoscenza
    Obiettivo del progetto è la ricerca, la documentazione, la valorizzazione e la comunicazione di tutto ciò che è da considerarsi come bene e patrimonio artistico – culturale del nostro paese. Attraverso l’emozione visiva, arricchita di contenuti didattici, “L’emozione della conoscenza” vuole costruire uno strumento per sostenere il turismo e migliorare le modalità di gestione dei luoghi della cultura.

    LithodomosVR: Virtual reality per siti archeologici
    LithodomosVR riporta in vita siti archeologici tramite la realtà virtuale. I contenuti, accuratamente ricostruiti e modellati da esperti del settore, vengono proposti grazie a diverse tecnologie digitali (apps per apparecchi cellulari, Samsung headsets e headsets personalizzati) a prezzi modici per turisti e formazione di tutti i livelli. La realtà virtuale permette a chiunque di ritornare al passato, rivivendo la societa’ antica in modo completo e diretto.

    Nuovo Grand Tour – Dopo Goethe, Montaigne e 200 anni di oblio, ritornano i viaggi tra classicità e storia
    Il Nuovo Grand Tour nasce dallo spirito di riscoprire come gli antichi siano stati in grado di utilizzare le risorse dei luoghi e del clima per dotare le dimore più pregiate di livelli di comfort molto elevati per le epoche passate in cui sono vissuti. La triade natura, architettura antica e tecnologia avanzata simboleggiano lo spirito del Nuovo Grand Tour, che in ogni epoca ha caratterizzato i più significativi esempi dell’opera dell’uomo e una concezione evolutiva dell’abitare utile al suo radicarsi nel mondo.

    Nuragica – Vedrai l’età Nuragica come non l’hai mai vista
    Il progetto ha come obiettivo la valorizzazione innovativa di tematiche, siti archeologici, musei e mostre, orientata al grande pubblico con un’inedita integrazione tra una mostra-evento basata su: creazione di storytelling per esperienza divulgativa guidata da addetti specializzati, ricostruzioni di opere, personaggi, oggetti e siti in scala, creazione di pannelli didattici, utilizzo della tecnologia multisensoriale e realta’ virtuale immersiva di ultima generazione per viaggio nel tempo. Il progetto prevede inoltre la comunicazione innovativa orientata ad acquisire target di mercato generalmente non coinvolti in fruizione della cultura e la completa integrazione dell’evento con un progetto turistico che genera flussi liberi e organizzati verso aree periferiche di cui l’evento diventa attrattore.

    Sguardi sulla Campania
    Il progetto prevede la realizzazione di video virtuali a 360gradi destinati a committenze pubbliche e private e finalizzati alla valorizzazione e alla promozione delle bellezze naturali, storiche, artistiche e culturali delle aree interne della regione Campania.

    Ti invito a Sud
    Si tratta di un progetto finalizzato a garantire al turista una diversa modalità per conoscere il Meridione; nella stessa filosofia con cui è stato redatto il Report di candidatura per Matera Capitale Europea della Cultura, ci rivolgiamo a cittadini temporanei, consapevoli di quanto sia fondamentale muoversi in maniera lenta e consapevole. Per osmosi con gli altri settori, sono gli Archeologi a fare da guide e narratori per la conoscenza del Meridione.

    DSC_0242

     

    DSC_0242