Premio Antonella Fiammenghi

  • Il premio per tesi di laurea in turismo archeologico e sulla Borsa in memoria di Antonella Fiammenghi

    Venerdì 28 ottobre alle ore 10.30 presso la Basilica Paleocristiana nell’ambito di ArcheoLavoro, sarà conferito il “Premio Antonella Fiammenghi” al laureato primo classificato, che ha svolto la tesi di laurea sulla “Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico” o sul “Turismo Archeologico”.

    Il Premio istituito nel 2007 nel ricordo di Antonella Fiammenghi, Direttore del Parco Archeologico di Velia, vuole essere una testimonianza per quanti divulgano il Turismo Archeologico e la Borsa attraverso l’impegno universitario.

    Gli studenti interessati a candidarsi al Premio dovranno inviare entro il 30 settembre 2016, una copia della tesi alla e-mail a info@bmta.it o per posta a Leader srl, via Roma, 226 – 84121 Salerno.

    Basilica Paleocristiana, Venerdì 28 ottobre ore 10.30

    CERIMONIA DI CONSEGNA DEL “PREMIO ANTONELLA FIAMMENGHI”

    Premio per tesi di laurea in turismo archeologico

    Nel 2015 il Premio è stato assegnato a Elsa Di Vilio, laureata del Corso di Laurea in Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente del Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” per la tesi di laurea “Gli scavi archeologici per la costruzione della metropolitana di Atene e il loro impatto sulla città attuale”.

    Nel 2014 il Premio è stato assegnato a Maria Carmela Scalone, laureata del Corso di Laurea in Organizzazione e Gestione della Sicurezza del Dipartimento di Diritto, Economia, Management e Metodi Quantitativi dell’Università degli Studi del Sannio per la tesi di laurea “Velia tra storia e gestione”.

    Nel 2013 il Premio è stato assegnato a Serena Cortesi, laureata del Corso di Laurea in “Economia e Gestione dei Servizi Turistici” della Facoltà di Economia dell’Università di Milano-Bicocca per la tesi di laurea “Analisi economica del turismo culturale in Italia”

    Nel 2012 il Premio è stato assegnato a Filomena Cesarano, laureata del Corso di Laurea Magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per la tesi di laurea “Turismo e Archeologia: il progetto R.A.S. per la promozione e la valorizzazione del sito di Stabiae”.