ArcheoExperience nell’Isola dei Tesori

ArcheoExperience nell’Isola dei Tesori

ArcheoExperience AgrigentoDa giovedì 26 a domenica 29 settembre presso il Parco della Valle dei Templi, il Museo Archeologico “Pietro Griffo”, il Teatro “Luigi Pirandello” e in dodici siti ecclesiastici e artistici del centro storico di Agrigento, l’evento ideato e organizzato dalla BMTA e promosso dall’Assessorato dei Beni culturali dell’identità siciliana della Regione Siciliana ha l’obiettivo di valorizzare le 14 aree dei Parchi Archeologici diffuse nell’intero territorio (Catania e della Valle dell’Aci; Gela; Himera, Solunto e Iato; Isole Eolie; Kamarina e Cava d’Ispica; Leontinoi; Lilibeo-Marsala; Morgantina e della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina; Naxos e Taormina; Segesta; Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria; Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai; Tindari; Valle dei Templi).

Il patrimonio archeologico dell’Isola per vastità e ricchezza costituisce principio identitario fondante per la Sicilia e la sua storia antica e contemporanea”: inoltre, è tra le regioni con il maggior numero di siti nella Lista Unesco, ben 7: Palermo Arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale; Siracusa e le Necropoli Rupestri di Pantalica; Valle dei Templi di Agrigento; Villa romana del Casale di Piazza Armerina; Isole Eolie, Monte Etna; Val di Noto, oltre ad una serie di elementi appartenenti al patrimonio immateriale: l’Opera dei Pupi, l’arte del muretto a secco, la dieta mediterranea e la vite ad alberello di Pantelleria.

L’iniziativa intende delineare un’attività di valorizzazione culturale e promozione turistico-culturale integrata in collaborazione con le organizzazioni datoriali e gli operatori locali, tenendo conto non solo del contesto archeologico, culturale e paesaggistico, ma anche dell’attrattività turistica, dei prodotti locali, del patrimonio immateriale, degli eventi.

Il programma è volto a intercettare il target del turismo scolastico, del turismo associativo, del turismo leisure organizzato e non, con la consapevolezza di promuovere esperienzialità e sostenibilità, anche con la realizzazione di buone pratiche a sostegno del patrimonio archeologico con il coinvolgimento regionale e provinciale delle Associazioni professionali, culturali di promozione sociale e dei Club di servizio.

La destinazione – l’antica Akragas fondata nel VI sec a.C. sulla costa sud occidentale della Sicilia con 2.600 anni di storia aveva mura per una lunghezza di 9 km che racchiudevano un’area di circa 450 ettari – proclamata Capitale Italiana della Cultura 2025, trova nel sito Unesco (nel 2023 il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi ha superato un milione di visitatori, quinto in Italia dopo il Colosseo, Pompei, gli Uffizi e il Museo Egizio) il principale motivo di notorietà a livello internazionale, suffragato anche dalla DEVU, la dichiarazione di eccezionale valore universale, che premia la qualità dei servizi offerti ai visitatori e il livello di accessibilità.

ArcheoExperience nell’Isola dei Tesori è un evento della BMTA, Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, marchio registrato della Leader srl.

La BMTA, che dal 1998 svolge a Paestum l’unico appuntamento al mondo dedicato al turismo archeologico, ha il pregio di aver focalizzato questo prodotto di nicchia e di aver avviato, dandone opportunità agli addetti ai lavori, confronti su ricerche e indagini con l’obiettivo di comprendere l’atteggiamento generale verso l’archeologia e approfondire la conoscenza sulle caratteristiche del viaggio a motivazione archeologica.