ArcheoVirtual

  • La mostra di archeologia virtuale fiore all’occhiello della BMTA

    ArcheoVirtual è la sezione dedicata all’archeologia virtuale realizzata in collaborazione con l’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR.

    ArcheoVirtual nel 2016 ha celebrato la 10° edizione secondo il seguente programma:

    INCONTRI PRESSO IL SALONE ESPOSITIVO

    MOSTRA PRESSO IL SALONE ESPOSITIVO

    WORKSHOP PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO SABATO 29 OTTOBRE

    Le tecnologie più avanzate incontrano il mondo dell’archeologia nell’emozionante galleria di ArcheoVirtual – da sempre il fiore all’occhiello della Borsa – che permetterà ai visitatori, grazie alle originali produzioni virtuali, di essere catapultati nell’antichità e cimentarsi così in un viaggio nel tempo.

    ArcheoVirtual seleziona e presenta ogni anno numerose applicazioni scientifiche interattive che spaziano dall’archeologia virtuale alle ultime sperimentazioni nel campo della realtà aumentata e della robotica applicate al patrimonio culturale in genere, permettendo al visitatore una vera e propria esperienza immersiva nel passato. Quest’anno il tema principale sarà il paesaggio.

    All’interno dello spazio della mostra ArcheoVirtual, nella sala cinema, ogni giorno sarà possibile incontrare gli autori delle installazioni di archeologia virtuale, che racconteranno il dietro le quinte del loro progetto.

    Gli Incontri

     

    Giovedì 27 ottobre Salone Espositivo ore 12.00 – 12.15

    UN’ESPLORAZIONE IMMERSIVA DI UN SITO NEOLITICO UNESCO

    interviene
    Laia Pujol Tost Pompeu Fabra University (Spagna) – Progetto “CH3D – Çatalhöyük 3D”

     

    Giovedì 27 ottobre Salone Espositivo ore 17.00 – 17.15

    MUOVERSI ALL’INTERNO DI UN’ESPERIENZA IMMERSIVA ALLA SCOPERTA DI UNA CITTÀ IBERICA RICOSTRUITA

    interviene
    Isis Ruiz Soler Museu d’Arqueologia de Catalunya (Spagna) – Progetto “Ullastret”

    “Ullastret: muoversi all’interno di un’esperienza immersiva alla scoperta di una città iberica ricostruita”
    Gabriel de Prado Museu d’Arqueologia de Catalunya (Spagna)

     

    Venerdì 28  ottobre Salone Espositivo ore 12.00 – 12.15

    GIOCARE CON L’INTERAZIONE NATURALE PER ESPLORARE LEONARDO E VITRUVIO

    interviene
    Enzo D’Annibale EVE srl – Progetto “Vitruvian Man Mirror”

     

    Venerdì 28 ottobre Salone Espositivo ore 17.00 – 17.15

    SVILUPPARE UN GIOCO INTERATTIVO PER I RAGAZZI ALLA SCOPERTA DELL’ARCHEOLOGIA VIRTUALE

    interviene
    Davide Borra CEO NoReal – Progetto “Forma Urbis Augusta Bagiennorum”

     

    Sabato 29 ottobre Salone Espositivo ore 15.00 – 15.15

    I NUOVI LINGUAGGI IMMERSIVI DI COMUNICAZIONE PER L’ARCHEOLOGIA VIRTUALE

    interviene
    Jader Giraldi Zeranta – Progetto “Herculaneum 3D”

     

    Sabato 29 Salone Espositivo ore 18.00 – 18.15

    INTERFACCE TATTILI E SMART OBJECT PER COMUNICARE IL PATRIMONIO TANGIBILE E INTANGIBILE

    interviene
    Daniela Petrelli University of Sheffield Hallam (Regno Unito) – Progetto “Voices from the Past”

     

    Domenica 30 Salone Espositivo ore 10.00 – 10.15

    GLI STRUMENTI PER REALIZZARE UN’ESPLORAZIONE NARRATIVA IN 3D DEL PAESAGGIO

    interviene
    Bruno Fanini CNR ITABC – Progetto “La Valle del Calore on line”

     

    itabc
    archeovirtualarcheovirtual

    La Mostra

     

    L’Archeologia Virtuale si occupa di studiare, interpretare, comprendere e comunicare il patrimonio archeologico e il suo contesto attraverso un processo di acquisizione, ricostruzione e verifica continua. L’Archeologia Virtuale non è infatti la semplice trasposizione o riproduzione digitale di un bene archeologico, ma è innanzitutto un “processo” cibernetico di simulazione grazie a cui è possibile combinare diversi fattori, comportamenti, oggetti, ecosistemi, con l’obiettivo di identificare differenti potenziali, “realtà”, ottenendo un incremento cognitivo del bene archeologico stesso.

    L’Archeologia Virtuale si serve di un approccio multidisciplinare, aperto e trasparente che passa attraverso l’interazione all’interno di ambienti 3D geo-spaziali. Il percorso passa attraverso l’utilizzo di diversi strumenti e tecniche, a partire dall’acquisizione dei dati sul campo (DGPS, Scanner Laser, fotogrammetria) dall’elaborazione 3D dalla realizzazione di Sistemi Spaziali, fino a giungere alla trasformazione di tali dati in “informazioni”.

    Differenti possono essere gli strumenti e gli stili di comunicazione: dalle applicazioni filmiche e multimediali alle applicazioni immersive di Realtà Virtuale, dalla narrazione virtuale fino agli ambienti condivisi in multiutenza, dalle simulazioni complesse alla vita artificiale.

    ArcheoVirtual è la mostra delle applicazioni digitali (filmiche e interattive) e dei progetti di archeologia virtuale, ovvero quella disciplina che si occupa di studiare, interpretare, comprendere e comunicare il patrimonio archeologico e il suo contesto attraverso un processo di acquisizione, ricostruzione, verifica continua tramite tecniche di visualizzazione, analisi e simulazione.
    La X edizione di ArcheoVirtual si focalizza su visitatori, entetainment e applicazioni virtuali per il paesaggio (“Pubblico e Paesaggio”) con 10 progetti in mostra.

    workshop-archeovirtual

     

    1  MUSEO DELL’ALTA VALLE DEL CALORE

    2  VITRUVIAN MAN MIRROR: L’UOMO DI VITRUVIO

    3  ULLASTRET

    4  FORMA URBIS: AUGUSTA BAGIENNORUM

    5  VOICES FROM THE PAST

    6  SALA CINEMA

    •  HIMERA – IL TEMPIO DELLA VITTORIA
    •  TECNOLOGIE 3D PER UNA LETTURA CRITICA DELLE CASE DI POMPEI:  DOMUS DI OTTAVIO QUARTIONE E DEL BRACCIALE D’ORO
    •   HISTORYTELLING
    • LA MAGNIFICA AVVENTURA DI UN FRAMMENTO MENZIONI SPECIALI (CORTI):
      VOYAGER ATLANTE
      DIVO NERONE IL  TEASER

    7  ÇH3D: LEARNING OF ÇATALHÖYÜK THROUGH PRESENCE

    8  HERCULANEUM CON LA REALTÀ IMMERSIVA a 360°

     

    Il Workshop

     

    Il workshop tratterà dell’archeologia virtuale come valore aggiunto in progetti sviluppati nel settore dell’intrattenimento, in particolare spettacoli live e e video giochi. Si discuterà di “creative industries” e turismo culturale, delineando una nuova alleanza possibile tra ricerca, istituzioni culturali e imprese. Gli ospiti interverranno presentando due casi esemplari “Divo Nerone” musical rock e “Reveal” progetto europeo sui videogames.

    Sabato 29 Museo Archeologico ore 9.30 – 12.30

    “ARCHEOLOGIA VIRTUALE ED ENTERTAINMENT PER IL TURISTA DEL TERZO MILLENNIO” 
    in collaborazione con CNR ITABC Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali

    indirizzo di saluto
    Ugo Picarelli Direttore della Borsa

    modera
    Augusto Palombini 
    Ricercatore CNR ITABC

    Paolo Mauriello Direttore CNR ITABC
    Francesco Prosperetti Soprintendente Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma
    Sofia Pescarin Ricercatore CNR ITABC e Direttore Scientifico ArcheoVirtual
    Ernesto Migliacci Produttore Artistico di Divo Nerone

    Daniela Petrelli Università di Sheffield Hallam (UK), progetto EU REVEAL Games
    Edmondo Orlotti HPE Business Development manager
    Riccardo Buzzanca Mekane scenografie

    partecipano
    Franco Migliacci Paroliere ed editore musicale
    Gino Landi Regista e coreografo
    Cristian Casella e Jacopo Capanna
     Artisti associati, produttori
    Alessandro D’Alessio Direttore Domus Aurea, Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma
    Davide Borra CEO NoReal
    Jader Giraldi CEO Zeranta
    Laia Pujol Tost Università Pompeu Fabra
    Gabriel de Prado Museu d’Arqueologia de Catalunya Spagna
    Giovanni Bedeschi Regista